Appuntamenti ed iniziative

“Cancro, io ti boccio” è il titolo del progetto promosso dagli studenti della scuola primaria Ciusa e dai ragazzi delle classi terze dell'Istituto di Istruzione Superiore Angioy, che sabato 25 Gennaio, dalle ore 8.30 alle ore 13, nel piazzale antistante alla scuola di via Lombardia e in piazza Rinascita distribuiranno a prezzo simbolico le "arance della salute", il cui ricavato sarà devoluto a sostegno della lotta contro il cancro.

Lunedì 27 Gennaio l’Amministrazione Comunale celebra la “Giornata della Memoria” e la commemorazione delle vittime dell’Olocausto con l’organizzazione di uno spettacolo a cura dell’Associazione Culturale-Teatrale “Quinte Emotive”, che si svolgerà alle ore 11 al Teatro Centrale. L’evento è destinato agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, a tutti i cittadini interessati,  e si prefigge “l’obiettivo di ricordare le vittime delle persecuzioni nazifasciste e del genocidio ebraico, sensibilizzando nel contempo i ragazzi verso i valori della libertà, della pace, della giustizia e dell'integrazione”, ha commentato il Sindaco Paola Massidda.

Sabato 25 Gennaio alle ore 10, in piazza Carta a Cortoghiana, si svolgerà il terzo appuntamento con “Alberi per il Futuro”, l’iniziativa organizzata dal Comune di Carbonia in collaborazione con decine di volontari, finalizzata alla piantumazione di un albero per ciascun bimbo nato nella nostra Città nel 2018 e nella prima parte del 2019. Sono 33 gli alberi di tamerice e ginepro che verranno messi a dimora per l’occasione. Ciascuna piantumazione verrà identificata con un’apposita etichetta contenente il nome, il cognome e la data di nascita del bambino.

“Cancro, io ti boccio” è il titolo del progetto promosso dagli studenti della scuola primaria Ciusa (Istituto Comprensivo Don Milani) di via Lombardia a Carbonia, che sabato 25 Gennaio, dalle ore 8.30 alle ore 13, nel piazzale antistante alla scuola, distribuiranno a prezzo simbolico le "arance della salute", il cui ricavato sarà devoluto a sostegno della lotta contro il cancro.

L’evento, organizzato dall'Istituto Comprensivo Don Milani in collaborazione con l’AIRC (Associazione Italiana per la ricerca sul cancro) e il Comune di Carbonia, mira a informare a sensibilizzare i cittadini sull’importanza dello stile di vita, e in particolare dell’alimentazione, nella prevenzione dei tumori.

La città di Carbonia concorre, insieme ad altri 43 Comuni, per il titolo di Capitale Italiana della Cultura 2021. Una candidatura avvalorata dalla presenza di numerosi siti archeologici di pregio. Uno di questi è indubbiamente il Nuraghe Sirai, una fortezza dove la civiltà sarda si incontra con quella fenicia in uno straordinario crocevia di tradizioni, culture e identità che si compenetrano e pervadono le une con le altre.

Su questo tema, domani, giovedì 23 Gennaio, alle ore 17.30, al Museo Archeologico di Cagliari, Carla Perra, Direttore scientifico dello scavo archeologico presso il complesso del Nuraghe Sirai e Direttore del settore storico e archeologico dei Musei di Carbonia - SIMUC, presenterà il suo libro dal titolo “La fortezza sardo-fenicia del Nuraghe Sirai. Il ferro II Sardegna”, contenente una rassegna completa degli scavi eseguiti in oltre 15 anni di lavoro presso la fortezza fondata alla fine del VII secolo a.C. su un preesistente villaggio dell'età del Bronzo e ai piedi del Nuraghe vero e proprio.

Nella Biblioteca Comunale di Viale Arsia continuano gli appuntamenti con la rassegna “Carbonia Scrive”, l’iniziativa di promozione della scrittura e della lettura organizzata dal Comune di Carbonia in collaborazione con lo Sbis (Sistema Bibliotecario Interurbano del Sulcis).

“L'evento Carbonia Scrive conferma che l’Amministrazione Comunale è protesa alla valorizzazione delle attività di scrittura e lettura, attraverso l’organizzazione di una serie di progetti culturali di valore: dai Laboratori di animazione alla lettura al Festival TutteStorie, dal Maggio dei Libri a Carbonia Studia, fino al prestigioso riconoscimento per Carbonia della qualifica Città che legge, ottenuta nel Giugno del 2018. Un’ampia gamma di iniziative che consentono di rafforzare la candidatura della città di Carbonia a Capitale Italiana della Cultura 2021 ”, ha affermato il Sindaco Paola Massidda.

Dopo il grande successo e il sold out della serata inaugurale con “Il Lago dei Cigni”, giovedì 23 Gennaio alle ore 20.45 il Teatro Centrale di piazza Roma ospiterà il secondo appuntamento della nuova stagione, musica e danza organizzata dal Cedac con il patrocinio e il contributo economico del Comune di Carbonia. Sul palco andrà in scena “La cena delle belve” di Vahè Katchà (versione italiana di Vincenzo Cerami). Il pluripremiato spettacolo teatrale francese “Le Repas des fauves”, tra i maggiori successi delle ultime cinque stagioni parigine e coronato ai Molières 2011 come migliore spettacolo privato, migliore adattamento e messa in scena, arriva anche a Carbonia con cast e regia straordinari.

Lunedì 27 Gennaio l’Amministrazione Comunale celebra la “Giornata della Memoria” e la commemorazione delle vittime dell’Olocausto con l’organizzazione di uno spettacolo a cura dell’Associazione Culturale-Teatrale “Quinte Emotive”, che si svolgerà alle ore 11 al Teatro Centrale. L’evento è destinato in particolar modo agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado della città e si prefigge “l’obiettivo di ricordare le vittime delle persecuzioni nazifasciste e del genocidio ebraico, sensibilizzando nel contempo i ragazzi verso i valori della libertà, della pace, della giustizia e dell'integrazione”, ha commentato il Sindaco Paola Massidda.

Il teatro è sicuramente una delle forme culturali più importanti per una comunità. “Proprio partendo da questo presupposto e per avvalorare ulteriormente la candidatura di Carbonia quale Capitale italiana della Cultura 2021, abbiamo programmato, in raccordo con il Cedac, una nuova stagione di prosa, musica e danza di altissimo livello con 9 spettacoli che annoverano un parterre di artisti di calibro nazionale ed internazionale. Si tratta di una rassegna che riscontra un ottimo gradimento da parte del pubblico, come confermato dagli oltre 200 abbonamenti fino ad ora venduti”, ha spiegato il Sindaco Paola Massidda.

Nella Biblioteca Comunale di Viale Arsia continuano gli appuntamenti con la rassegna “Carbonia Scrive”, l’iniziativa di promozione della scrittura e della lettura organizzata dal Comune di Carbonia in collaborazione con lo Sbis (Sistema Bibliotecario Interurbano del Sulcis).

“L'evento Carbonia Scrive conferma che l’Amministrazione Comunale è protesa alla valorizzazione delle attività di scrittura e lettura, attraverso l’organizzazione di una serie di progetti culturali di valore: dai Laboratori di animazione alla lettura al Festival TutteStorie, dal Maggio dei Libri a Carbonia Studia, fino al prestigioso riconoscimento per Carbonia della qualifica Città che legge, ottenuta nel Giugno del 2018. Un’ampia gamma di iniziative che consentono di rafforzare la candidatura della città di Carbonia a Capitale Italiana della Cultura 2021”, ha affermato il Sindaco Paola Massidda.