Ti trovi qui:Home»Musei e Parchi Archeologici»Museo PaleoAmbienti Sulcitani E.A. Martel
Martedì, 12 Febbraio 2019 12:28

Museo PaleoAmbienti Sulcitani E.A. Martel

Il Museo Paleontologico ha la sua nuova sede nella Grande Miniera di Serbariu, nei locali della ex-officina.

Venne costituito e gestito a partire dal 1972 dal Gruppo Ricerche Speleologiche “E. A. Martel” di Carbonia, all’interno della precedente sede in via Campania. Nel 1997 fu rilevato dall’Amministrazione comunale nell’ambito di un progetto finalizzato alla valorizzazione dei beni culturali e ambientali cittadini.

Il Museo presenta una mostra di reperti fossili che consentono un’escursione nel tempo attraverso le ere geologiche alla scoperta dell’evoluzione della vita sulla Terra, con particolare riguardo alle vicende della Sardegna. Di particolare rilievo è la riproduzione, a dimensioni naturali, dello scheletro di un Tyrannosaurus Rex adulto.
Il Museo Paleoambienti Sulcitani E. A. Martel offre alle scuole la possibilità di partecipare a diversi laboratori didattici, durante i quali gli studenti possono avere una breve esperienza pratica di speleologia.

Indirizzo

Museo paleontologico PAS - E. A. Martel
c/o Grande Miniera di Serbariu
09013 Carbonia (CI)

Contatti e informazioni
Telefono: 340.2689043
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito: www.carboniamusei.it

Orari di apertura

Orario estivo (dal 1 aprile al 30 settembre): dal martedì alla domenica, 10-13/15-18.30 (chiuso il lunedì, se non festivo).
Orario Invernale (dal 1 ottobre al 30 marzo): dal martedì alla domenica, 10-13/14-16 (chiuso il lunedì, se non festivo).

VISUALIZZA IL VIRTUAL TOUR


7038 7058 7062 7046
Centro Città Parco Rosmarino Museo Archeologico Villa Sulcis Parco Archeologico Monte Sirai
7050 7054 7034 7042
Nuraghe Sirai Parco Archeologico Cannas di sotto Centro Italiano Cultura del Carbone Museo Paleontologico


Su concessione del Ministero per i Beni e Attività culturali - Soprintendenza per i Beni Archeologici delle Province di Cagliari e Oristano