Ti trovi qui:Home»Servizi»Info Eurodesk

Info Eurodesk

meeting 594091 960 720

Partecipare ai laboratori per i progetti del programma Obiettivo Gioventù serve a utilizzare al meglio il programma.

I laboratori, infatti, hanno lo scopo di riunire rappresentanti delle organizzazioni giovanili e/o consigli giovanili per affrontare gli 11 Obiettivi della Gioventù e richiedere finanziamenti per progetti nell'ambito dei programmi della Commissione Europea Erasmus + Gioventù e Corpo Europeo di Solidarietà.
Il Project Lab consiste in 2 incontri a distanza, via internet, e un incontro in presenza a Cipro. Le attività si svolgeranno tra il 25 giugno e il 30 settembre 2021.
Le iscrizioni saranno aperte sino al 18 aprile 2021.

Per informazioni:

https://bit.ly/3ux1unZ

Venerdì, 26 Marzo 2021 15:21

Erasmus+: il nuovo programma!

Erasmus
 

La Commissione europea incrementa la dotazione del programma Erasmus+ che verrà finanziato con di 26,2 miliardi di euro

Il nuovo programma, quindi, oltre a essere più inclusivo si conforma alla linea europea che vuole sostenere l'economia verde e digitale, oltre a sostenere i sistemi di istruzione e formazione di fronte alla pandemia.

Tra le novità figura una semplificazione delle modalità di richiesta delle sovvenzioni che sarà accompagnata da una maggiore internazionalizzazione del programma per consentire una maggiore cooperazione con i paesi terzi, basandosi sui successi del precedente programma, gli scambi si estenderanno anche allo sport e ai settori dell'istruzione e formazione professionale;

Il potenziamento della sfera digitale sarà incoraggiato con i tirocini nel settore digitale e incentrato sull'utilizzo delle piattaforme quali eTwinning, School Education Gateway e il Portale europeo per i giovani. L'attuazione del programma sarà ulteriormente digitalizzata e semplificata con la piena introduzione della carta europea dello studente;

Erasmus+ sarà più verde, infatti, verranno offerti incentivi finanziari ai partecipanti che utilizzano modi di trasporto sostenibili. Saranno valorizzati i progetti di sensibilizzazione alle tematiche ambientali e agevolati gli scambi relativi alla mitigazione della crisi climatica;

Erasmus+ includerà il programma DiscoverEU che offre ai giovani di 18 anni la possibilità di ottenere un biglietto ferroviario per viaggiare in tutta

Europa.

Mercoledì, 24 Marzo 2021 10:14

Concorso Fotografico - #promuoviAMOci

photographer 407068 960 720
 

Al concorso “#promuoviAMOci”, può partecipare chiunque abbia una età compresa tra 16 e 30 anni. Si potranno proporre video o fotografie, finalizzati alla promozione dei propri territori.

Una attenzione speciale dovrà essere riservata alle opere architettoniche, alle opere d’arte, ai siti archeologici, alle produzioni artigianali e alle specificità enogastronomiche che raccontano la tradizione, la cultura e l’identità.

Al termine del concorso il vincitore nella categoria fotografia riceverà in premio un "corso di fotografia specialistico" della durata di 20 ore;          Al vincitore nella categoria video, invece, sarà riservato un "corso specialistico di produzione video" della durata di 20 ore.

 Il concorso è promosso dal Consiglio Nazionale dei Giovani

Scadenza: 11 aprile 2021, ore 23.59.

 Per informazioni:

Martedì, 23 Febbraio 2021 23:46

Campagna di Global Citizen

Oggi 23 febbraio la Presidente von der Leyen annuncerà il sostegno della Commissione europea alla nuova campagna dell’organizzazione Global Citizen, "Recovery Plan for the World".

La campagna, della durata di un anno, si articola attorno a cinque priorità: 1) porre fine alla pandemia COVID-19 per tutti; 2) porre fine alla crisi alimentare; 3) riprendere l'apprendimento ovunque; 4) proteggere il pianeta; 5) promuovere l'equità per tutti.

L'evento inaugurale sarà trasmesso in diretta su EbS dalle ore 17.00 alle ore 18.00. Interverranno Tedros Adhanom, Direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità, Hugh Evans, amministratore delegato di Global Citizen, Cyril Ramaphosa, Presidente del Sud Africa, John Kerry, Inviato speciale del presidente degli Stati Uniti per il clima, Hugh Jackman, attore, cantante, produttore e ambasciatore di Global Citizen, Declan Kelly, membro del consiglio di Global Citizen, e Billie Eilish, cantautrice e attivista.

Lo scorso anno la Commissione europea e Global Citizen hanno unito le forze nella lotta contro il coronavirus. La campagna Obiettivo globale: uniti per il nostro futuro ha contribuito a raccogliere finanziamenti significativi a livello mondiale per l'accesso universale a test, terapie e vaccini contro la COVID-19, in particolare per i paesi a basso e medio reddito.

Per saperne di più, consultare il sito web della Commissione dedicato alla risposta globale al coronavirus.

Per informazioni:

http://bit.ly/3aIdc8q
https://www.globalcitizen.org/en/
https://audiovisual.ec.europa.eu/en/ebs/live/1
https://global-response.europa.eu/index_it
https://urldefense.com/v3/
https:/www.globalcitizen.org/en/media/globalgoalunite/__;!!DOxrgLBm!VWdmBY06BCB0fZOclgSZW-vOa2391oz4Fepw-40fJeXmSMcbqp5KucO9wszRWmWL0MrfkiAUjhO4G4Uv4A$

Organizzata nell'ambito del progetto Erasmus Skills, finanziato dal programma Erasmus+ dell'Unione Europea, la conferenza virtuale si concentra sul supporto alla mobilità degli studenti prima, durante e dopo la loro esperienza di mobilità e sul sostegno che gli insegnanti universitari e gli operatori possono fornire agli studenti Erasmus per una più consapevole acquisizione delle soft skills.

Il focus della conferenza verterà su:

  • Identificazione delle competenze acquisite attraverso la mobilità degli studenti;
  • Riconoscimento e convalida delle competenze;
  • Collegare le competenze con i curricula.

Per partecipare si prega di registrarsi
https://register.gotowebinar.com/register/1986422099374294800

Per informazioni:
https://www.erasmusskills.eu/eskills

Secondo un recente rapporto della Commissione che valuta il sostegno del Fondo sociale europeo (FSE) e dell'Iniziativa per l'occupazione giovanile (YEI), dal 2014 al 2018, circa 23 milioni di persone hanno partecipato alle azioni del FSE; il 52% dei partecipanti erano donne.

Tra i partecipanti, quasi 3,2 milioni di persone hanno già trovato lavoro e 3,9 milioni hanno ottenuto con successo una qualifica. Inoltre, il FSE e lo YEI dovrebbero aggiungere quasi lo 0,33% alla crescita complessiva del PIL entro il 2023. Questo evidenzia i significativi impatti sociali ed economici positivi del FSE, sulla base dell'analisi del sostegno del FSE dal 2014 al 2018.

Il FSE sta dando una spinta tanto necessaria al PIL degli Stati membri e - cosa più importante - sta aiutando gli europei a trovare un lavoro sostenibile e significativo. I progetti nell'ambito del FSE hanno permesso ai cittadini dell'UE di proseguire l'istruzione e riqualificarsi, rimanendo mobili e con un lavoro. Questo si rivelerà cruciale per invertire la flessione economica legata alla pandemia. Gli impatti positivi si sono dimostrati particolarmente alti per i cittadini poco qualificati, l'obiettivo principale dei progetti FSE e YEI.

Altri risultati del rapporto includono: -I progetti FSE e YEI generano effetti a lungo termine attraverso i cambiamenti delle politiche strutturali e l'aumento della produttività, oltre agli impatti diretti per i partecipanti. -La riqualificazione ottenuta grazie al sostegno del FSE all'occupazione e al lavoro (40,4 miliardi di euro entro la fine del 2018), nonché all'istruzione e alla formazione, sono fondamentali per combattere gli effetti dell'attuale pandemia, ma anche per aiutare i cittadini dell'UE a costruire le competenze necessarie per affrontare la transizione digitale dell'Europa. -I finanziamenti del FSE per l'inclusione sociale (33,8 miliardi di euro entro la fine del 2018) dovrebbero portare a posti di lavoro per i disoccupati. Inoltre, dovrebbe anche portare a un maggior numero di persone altrimenti inattive che entrano nella forza lavoro.

Per informazioni: http://bit.ly/3tU6x2x

 

Il Parlamento europeo ha approvato in via definitiva il dispositivo per la ripresa e la resilienza per aiutare i paesi UE a far fronte alle conseguenze della pandemia di COVID-19. Si tratta della componente più cospicua del Piano di ripresa <https://ec.europa.eu/info/strategy/recovery-plan-europe_it>Next Generation EU da 750 miliardi di euro. Arginare gli effetti della pandemia 672,5 miliardi di euro in sovvenzioni e prestiti saranno messi a disposizione per finanziare misure nazionali intese ad alleviare le conseguenze economiche e sociali della pandemia. Il dispositivo potrà finanziare anche dei progetti collegati, iniziati dal 1° febbraio 2020. I finanziamenti saranno disponibili per tre anni e i governi dell'UE possono richiedere fino al 13% di prefinanziamento per i loro piani di ripresa e resilienza. Ammissibilità ai finanziamenti Per essere ammissibili al finanziamento, i piani nazionali si devono incentrare su politiche chiave dell'UE quali la transizione verde, compresa la biodiversità, la trasformazione digitale, la coesione economica e la competitività, nonché la coesione sociale e territoriale. Potranno essere finanziati anche i progetti che si concentrano sulla reazione delle istituzioni alle crisi e sulle modalità per aiutarle a prepararvisi, come anche le politiche a favore dei minori e dei giovani, compresa l'istruzione e lo sviluppo di competenze. Ciascun piano deve destinare almeno il 37% del proprio bilancio al clima e almeno il 20% alle azioni digitali. I piani dovranno avere un impatto duraturo sia in termini sociali che economici, includere riforme globali e un robusto pacchetto di investimenti e non danneggiare significativamente gli obiettivi ambientali. Dialogo e trasparenza Per discutere dello stato della ripresa nell'UE e delle modalità di realizzazione di obiettivi e target da parte dei Paesi UE, la Commissione europea, che è responsabile del monitoraggio dell'attuazione del dispositivo, può essere invitata a comparire ogni due mesi dinanzi alle commissioni competenti del Parlamento. La Commissione metterà anche a disposizione degli Stati membri un sistema integrato di informazione e monitoraggio per poter fornire informazioni comparabili su come vengono utilizzati i fondi.

Per informazioni:

http://bit.ly/2Z4hYq8

http://bit.ly/2Z4hYq8

https://bit.ly/2LCQPHN

Il 5 febbraio il Movimento Europeo Internazionale 
ospiterà Themis Christophidou, Direttore Generale 
della DG Educazione, Gioventù, Sport e Cultura, 
nella serie 
Talking Europe, organizzata in collaborazione con la Commissione Europea.

L'obiettivo è quello di discutere le recenti 
misure eccezionali dell'UE attuate per sostenere 
l'istruzione, la cultura, la gioventù e lo sport 
alla luce delle sfide poste dal Covid-19 e le 
novità dei nuovi programmi Erasmus ed Europa Creativa.

L'evento avrà luogo dalle 11:00 alle 12:00 CET.

Per partecipare è possibile registrarsi 
<https://portal.europeanmovement.eu/talkingeurope_with_themischristophidou>qui.

Per ulteriori informazioni: 
<https://portal.europeanmovement.eu/talkingeurope_with_themischristophidou
Martedì, 02 Febbraio 2021 23:45

Safer Internet Day!

Il Safer Internet Day (SID) è la giornata mondiale per la sicurezza in Rete, istituita e promossa dalla Commissione Europea, che si celebra il secondo martedì del mese di febbraio. Giovani, genitori, insegnanti, educatori, decisori politici, tutti hanno un ruolo da svolgere nella creazione e nel mantenimento di un mondo online migliore.

Obiettivo specifico della giornata è far riflettere studenti e studentesse sull’uso consapevole degli strumenti tecnologici e sul ruolo attivo che possono avere utilizzando la rete in modo sicuro e positivo.

Il Safer Internet Day 2021 sarà celebrato il 9 febbraio, esclusivamente online, e si terrà contemporaneamente in oltre 150 paesi tra cui l'italia.

Le scuole, gli studenti e i genitori italiani potranno accedere all'evento collegandosi a www.generazioniconnesse.it

Per conoscere invece le iniziative organizzate in tutto il mondo, cliccare qui.

Per informazioni:
https://www.saferinternetday.org
https://www.saferinternetday.org/in-your-country

Una recente indagine condotta in Italia da IPSOS per Save the Children dal titolo “I giovani ai tempi del Coronavirus" analizza opinioni, stati d’animo e aspettative di studenti tra i 14 e i 18 anni. Quello che ne emerge è un quadro critico degli studenti delle scuole superiori: un campanello d’allarme sul rischio dispersione scolastica.

Si stima infatti che circa 34mila studenti delle scuole superiori, a causa delle assenze prolungate, rischiano di alimentare il fenomeno dell’abbandono scolastico. Con l’impoverimento delle famiglie per molti lasciare la scuola significa divenire facile preda di sfruttamento lavorativo.

Il 28% degli intervistati afferma che dal lockdown della scorsa primavera c’è almeno un proprio compagno di classe che ha smesso completamente di frequentare le lezioni. Il 7% afferma che i compagni di scuola “dispersi” sono tre o più di tre.

Il 35% ritiene che la propria preparazione scolastica sia peggiorata.

Per il 38% degli adolescenti la didattica a distanza è un’esperienza negativa. In generale la principale difficoltà è rappresentata dalla fatica a concentrarsi per seguire le lezioni online e dai problemi tecnici dovuti alla connessione internet/copertura di rete propria o dei docenti. Guardando alle dotazioni dei ragazzi, quasi il 18% dichiara di aver a disposizione un dispositivo condiviso con altri e l’8% si trova a frequentare le lezioni in una stanza con altre persone.

Per informazioni:
http://bit.ly/3j3NLRf
https://s3.savethechildren.it/public/files/uploads/pubblicazioni/i-giovani-ai-tempi-del-coronavirus.pdf