Ti trovi qui:Home»Eventi»"BIblionotte": giovedì 17 Settembre alle ore 20.30 al primo piano della Biblioteca di viale Arsia lo spettacolo "Periferie dell'Infinito"

"BIblionotte": giovedì 17 Settembre alle ore 20.30 al primo piano della Biblioteca di viale Arsia lo spettacolo "Periferie dell'Infinito"

Si avvia alla conclusione la rassegna “Biblionotte”, organizzata dal Comune di Carbonia con la collaborazione del Sistema Bibliotecario Interurbano del Sulcis (SBIS) e la Pro Loco di Carbonia.

Giovedì 17 Settembre alle ore 20.30, al primo piano della Biblioteca Comunale di viale Arsia, andrà in scena il penultimo appuntamento della rassegna che prevede lo spettacolo artistico letterario “Periferie dell’infinito”. A precedere la serata, a partire dalle ore 20, l'Associazione culturale Sturmtruppen consegnerà una targa ai familiari di Francesca Medau, la compianta nostra concittadina scomparsa prematuramente circa 6 anni fa.
 
Lo spettacolo "Periferie dell'infinito" di Davide Catinari è una performance di letture, musica e immagini mescolate attraverso un percorso immaginario tra socialità, alienazione, vita, morte, stazioni immaginarie della vita di ogni essere umano, passeggero senza bagaglio nel viaggio quotidiano al centro di se stesso, confuso nella marginalità di un infinito che non gli appartiene e gli è impossibile comprendere.
Questo non significa che la vita stessa non possa trasformarsi in una sfida senza vincitori, diventando un'opera d'arte o un'esperienza estrema, ma in ogni essere umano esiste un confine che non tutti hanno il coraggio di attraversare.
"Periferie dell'Infinito" è un evento costruito su quel confine. Parole, musica e segni per raccontare esistenze al limite, vissute e terminate pericolosamente, in bilico tra libertà individuale e tormenti interiori di un percorso circolare, che si apre e si chiude nel corso di una vita, una come tante.
I racconti originali di Davide Catinari scorrono insieme alle suggestioni visive di Gildo Atzori e al commento sonoro di Samuele Dessì, attraversando una linea temporale sospesa tra la Hollywood degli anni '20 e le avanguardie europee degli anni 60', dove si accendono e si spengono le vite di Pepi Lederer, aspirante icona dell'America di Fitzgerald, Alberto Greco, poeta e pittore argentino inventore dell'informalismo, Francesca Woodman, rivoluzionaria fotografa statunitense.
Lo spettacolo, diviso in tre parti, comprende una sezione di natura teatrale, articolata sull'interazione fra la narrazione e la realizzazione disegni e immagini liquide in tempo reale, un segmento di action painting e un ultimo atto di carattere più specificatamente musicale, composto da canzoni originali dei Dorian Gray Mc.
 
Il Comune di Carbonia
Carbonia, 16 Settembre 2020